VIY

slide

Scheda film
Titolo originale: Viy (aka: Forbidden Empire)
Regia: Oleg Stepchenko
Soggetto: dal racconto “Vij” di Nikolai Gogol
Sceneggiatura: Aleksandr Karpov e Oleg Stepchenko
Fotografia: Vladimír Smutný
Montaggio: Marco Ristori
Costumi: Jarmila Konecná
Scenografie: Jan Kadlec Jr. e Arthur Mirzoyan
Musiche: Anton Garcia
Suono: Kirill Bodrov
Russia/Ucraina/Repubblica Ceca, 2014  – Horror – Durata: 127′
Cast: Jason Flemyng, Andrey Smolyakov, Aleksey Chadov, Agnia Ditkovskite, Yuriy Tsurilo, Olga Zaytseva, Aleksandr Yakovlev
Uscita nel paese d’origine: 30 gennaio 2014

Quando ‘un remake’ non supera l’originale

Nel XVIII secolo un cartografo inglese attraversa i Carpazi per poter ridisegnare le mappe della Transilvania. Appena arrivato a destinazione l’uomo s’imbatte in un villaggio i cui abitanti sono spaventati dai demoni che invadono la zona.
Una pellicola che rappresenta il secondo tentativo di remake internazionale dell’omonimo lavoro di uno dei maestri del cinema horror Italiano, Mario Bava, che nei ’60 esordì sul grande schermo con la trasposizione del racconto di Gogol riuscendo a catturarne l’anima gotica e il clima di terrore. In seguito sul finire degli ’80 il medesimo soggetto passò di nuovo nelle mani del figlio Lamberto capace di confezionare un tentativo nemmeno troppo taciuto di passaggio di testimone di padre in figlio e di felice e riuscito recupero delle medesime atmosfere dark.
A distanza di venticinque anni e in prossimità del bicentenario dell’autore della novella, la pellicola firmata dal regista Oleg Stepchenko rappresenta un tentativo mal riuscito e mal recitato di rinverdire un prodotto in passato vincente, gotico e psicologico al tempo stesso, dove la paura del diverso viene soppiantata da effetti speciali e spargimenti di sangue gratuiti.

RARISSIMO perché… non è un film facilmente commerciabile.

Note: il film non è MAI uscito in sala da noi, ma nel 2016 è stato distribuito in DVD e Blu-Ray da Koch Media con il titolo Viy – La maschera del demonio.

Voto: 4 e ½

Ciro Andreotti

Share this post Leave a comment

About The Author